Stalking: che cos’è e come ricevere assistenza

Spesso si sente parlare di stalking ma ancora non molti sanno di che cosa si tratta con precisone. Vediamo di capire meglio questo preoccupante riferimento spesso sulle prime pagine di cronaca nera e che cosa fare per ricevere l’assistenza che serve.

Di che si tratta

Lo stalking, purtroppo, è un fenomeno in crescita che desta parecchie preoccupazioni  anche a livello istituzionale. Infatti, negli ultimi tempi sono stati introdotti nuovi elementi per punire gli stalker. Spesso capita che le vittime di stalking siano le donne, moglie, compagni o ex di un uomo che diventa molto possessivo e ossessionato, tanto da seguire e arrivare fino alle minacce anche di morte. Prima no era considerato reato e finché non accadeva il peggio, c’era ben poco da fare. Oggi la situazione è un po’ migliorata ma si tratta di un problema sociale molto grande.

Come ricevere assistenza

Spesso chi è vittima di stalking lo è anche di pedinamenti, vessazioni, violenze domestiche e simili. Ci sono diversi modi per ricevere aiuto. Il primo passo è rivolgersi alle forze dell’ordine per chiedere ordini restrittivi e vietare gli avvicinamenti. Speso sperò mancano alcuni presupposti per poter procedere ed è di aiuto rivolgersi a un detective privato che sa come muoversi. Anche un avvocato divorzista o simile può esser una spalla preziosa in queste situazioni. È importante capire che giocare d’attacco e avere più pedine possibili dalla propria parte è la cosa giusta da fare. Spesso chi è vittima si vergogna di questa situazione ed evita di cercare aiuto per non farlo sapere in giro. Questo è sbagliatissimo anche per motivi di sicurezza. Si deve sempre comunicare a tutte le persone che si frequentano abitualmente della situazione per evitare che lo stalker trovi appigli per avvicinarsi. Richiedere investigazioni private serve non solo per ricevere i giusti consigli per salvaguardare la vita propria e anche di eventuali figli, ma anche per intraprendere le giuste vie legali e raccoglie tutto il materiale probatorio che potrebbe servire.

Per saperne subito di più, vai su www.eliopetroni.it